Cessioni di credito con la clausola pro-solvendo

L’operazione di cessione di credito con clausola pro-solvendo determina una situazione di rischio per il cedente. Esso, infatti, essendo obbligato in via di regresso, potrebbe essere chiamato a pagare in caso di insolvenza del debitore ceduto.
Questi rischi sono esposti separatamente da quelli derivanti dalle «garanzie prestate», a meno che non si mantenga iscritto il credito nell’attivo, così come consentito dal Principio contabile 15 «I crediti»(Cfr. OIC, Principio contabile 22, par. B.II.e).

Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (2 voti)

© 2014 Ragioneria.com - Grafica e contenuti di proprietà esclusiva