Salta al contenuto principale

Schemi di bilancio degli enti del terzo settore

Redazione

Gli schemi di bilancio degli enti del terzo settore sono «fissi».

E' possibile:

  • suddividere ulteriormente le voci precedute da numeri arabi o da lettere minuscole dell'alfabeto, senza eliminare la voce complessiva e l'importo corrispondente, quando questo favorisce la chiarezza del bilancio;
  • raggruppare le citate voci quando ciò è irrilevante o favorisce la chiarezza del bilancio;
  • eliminare gli importi nulli per due esercizi consecutivi, per gli enti che presentano voci precedute da numeri arabi o voci precedute da lettere minuscole;
  • aggiungere, laddove questo favorisce la chiarezza del bilancio, voci precedute da numeri arabi o da lettere minuscole dell'alfabeto.

Eventuali raggruppamenti o eliminazioni delle voci di bilancio devono risultare rapprentati nella relazione di missione.