Salta al contenuto principale

OIC 2 - Patrimoni e finanziamenti destinati ad uno specifico affare: 8. “rientro” del patrimonio destinato nel patrimonio “generale” della società. - “rientro” del patrimonio destinato nel patrimonio “generale” della società.

Riferimenti OIC
PARTE PRIMA PATRIMONI DESTINATI AD UNO SPECIFICO AFFARE
8. “Rientro” del patrimonio destinato nel patrimonio “generale” della società.
Descrizione

Una volta realizzato l’affare o accertato che la sua realizzazione è impossibile, il patrimonio destinato (ossia il complesso di attività e passività patrimoniali che lo costituiscono) “rientra” nel patrimonio generale della società, nel senso che viene a cessare lo speciale regime di “segregazione patrimoniale” determinato con l’adozione della delibera di “destinazione” prevista dall’art. 2447- ter. Ritornano così ad applicarsi le disposizioni generali dell’art. 2740 Cod. Civ. sulla responsabilità patrimoniale.
Se vi sono obbligazioni contratte durante lo svolgimento dell’affare e non soddisfatte si applicano le disposizioni dei commi 2 e 3 dell’art. 2447-novies.
Va tenuto presente che il regime di “segregazione patrimoniale” previsto per il patrimonio separato non si applica alla parte di tale patrimonio corrispondente alla quota di utile spettante alla società, che resta assoggettata alla responsabilità patrimoniale generale nei confronti dei creditori di essa (art. 2447-quinquies, comma 1).